Esistono diverse tipologie di collari e pettorine che si adattano alla fisionomia delle diverse razze canine. La scelta dovrebbe tenere conto, non solo della taglia del nostro amico a 4 zampe, ma anche del suo temperamento. Sicuramente per una taglia piccola o media la pettorina potrebbe essere maggiormente indicata poiché non esercita pressione sul collo e, allo stesso tempo, permette un controllo sufficiente del cane.

Nei cani di taglia grande la pettorina può essere considerata un ottimo sostituto del collare. L’unico svantaggio che si potrebbe incontrare è dovuto alla struttura della pettorina che consente al cane di esercitare una maggiore forza e quindi, in cani di taglia molto grande e poco ubbidienti può comportare maggiori problemi di gestione.

In casi come questi tuttavia, la soluzione non è mai da ricercare nell’acquisto di un collare piuttosto che di una pettorina, infatti, se con la pettorina l’animale risulta un po’ meno gestibile con il collare si rischia a volte che per troppa paura o eccitazione il cane possa tirare eccessivamente e farsi involontariamente del male. Essendo questi casi non facilmente gestibili è sempre consigliabile affidarsi a un educatore cinofilo che sappia indicare come gestire la situazione. Per quanto riguarda l’utilizzo sia delle pettorine che del collare, la cosa migliore sarebbe che il cane prendesse l’abitudine a indossarli fin da cucciolo, anche se inizialmente la taglia e l’età consentono di portarlo a spasso in altri modi. Questo tipo di approccio fa si che questi oggetti vengano conosciuti subito dal cane e diventino di uso comune. Tra le tipologie di pettorine esistenti le più conosciute sono le pettorine ad H (dette anche , di Feltmann o “alla romana”), esse permettono che le forze che agiscono sul cane si distribuiscano in maniera uniforme senza sovraccaricare le articolazioni della spalla. Un’altra tipologia è quella a Y o norvegese o  che consente molta libertà al cane. Esistono, e sono anche abbastanza usate, le pettorine ascellari (o scapolari, o a “X”), lo svantaggio di questa tipologia di pettorina è che, alla lunga, facendo pressione sulle articolazioni del cane potrebbe dare qualche problema. Per quanto riguarda alcune taglie grandi possono essere, a volte, sconsigliate, sopratutto nel periodo di accrescimento, alcuni tipi di pettorine, in quanto, facendo leva sulle articolazioni potrebbero andare a sforzare alcuni punti molto delicati.

Esistono infine speciali pettorine create appositamento per l’addestramento del cane in quanto esercitano una lieve pressione sul torace che rallenta in maniera considerevole lo slancio del cane e quindi lo abituano a camminare a fianco smettendo di tirare. Si tratta della pettorina easy walk Professional evoluzione della pettorina ascellare Easy Walker anch’essa tutt’ora ampiamente utilizzata anche da “inesperti”.

Per quanto riguarda i collari, questi si dividono in collari a strozzo o semi-strozzo e fissi.

I primi due sono costrittivi e contestati e soprattutto quelli a strozzo possono creare danni all’animale se indossati da cani molto agitati che possono rischiare di auto lesionarsi. I collari a strozzo o semistrozzo devono essere usati da mani esperte: vanno cioè rilasciati quando non ne si richiede l’utilizzo, in modo da non condurre il cane costantemente con la pressione dello strozzo.

I collari più diffusi sono i collari fissi che si trovano in diversi modelli, colori e tessuti (dal cuoio, al nylon alla semplice tela). Il vantaggio del collare è che può essere lasciato indossare al cane anche quando non si è in passeggiata poiché non da alcun fastidio, mentre la pettorina è sempre bene toglierla una volta rientrati perché potrebbe causare fastidio all’animale. Per quanto riguarda caratteristiche di razza è bene ricordare che alcune tipologie di cani come whippet, levrieri e altre razze con il collo molto allungato potrebbero, per la loro conformazione anatomica, aver bisogno di collari particolari più larghi del normale. Questi collari permettono che la forza non venga esercitata solo in una sottile striscia ma che sia distribuita uniformemente su tutto il collo. La cosa importante da ricordare è che un buon collare o una buona pettorina devono essere resistenti per non rischiare che uno strattone del cane possa romperli e devono essere della giusta misura in modo che il cane non si senta costretto ma, allo stesso tempo, non sia in grado di sfilarseli. In conclusione, è sempre importante quando si sceglie di prendere sia un cucciolo che un cane adulto informarsi approfonditamente sulle tipologie di pettorine o collari che ci son in commercio e valutare la migliore soluzione per il benessere del nuovo arrivato in famiglia.

SEI ANCORA INDECISO TRA COLLARE O PETTORINA?
Con il codice ‘5collari‘ avrai diritto ad uno sconto del 5% su tutti i prodotti della categoria!
Visita la nostra intera sezione dedicata a collari, pettorine e guinzagli  per scegliere quello più adatto al tuo cane.



ZPETS Logo_white

Resta in contatto con noi, subito per te un regalo!

Abbiamo inviato un email che richiede la tua conferma.