Piccolo Levriero Italiano

Foto: Tarcisio Bottani

Il piccolo Levriero Italiano. E’ una delle razze di cane più antiche al mondo, sono stati trovati in Egitto dei fossili che risalirebbero a più di 5000 anni fa. In Italia ci sono sculture e scritti della la cultura romana e etrusca che rappresentano questa razza nei tempi antichi. È un cane da caccia molto popolare ed è specializzato nella caccia a fagiani e lepri. È considerato un cane da corsa ancora oggi.

Aspetto Generale
Questa razza è una versione in miniatura della razza di Greyhound. Arriva a una altezza che oscilla da 32 a 38 cm e un peso dai 4 agli 8 kg. Sembra solo pelle, ossa e muscoli. Ha un petto pieno e robusto con addominali che curvano dentro allo stomaco. Le gambe sono lunghe e magre, fatte per correre velocemente. Spesso è chiamato il cane aerodinamico, la loro corsa è distinta e sono molto veloci, arrivano ai 40/60 km orari. La testa è piccola, lunga ed a punta. Avendo un ossatura fine, questo cane è molto fragile. Il pelo è sempre corto, liscio e raso con alcune varianti di colore come: nero, grigio, ardesia e isabella.

Carattere
Il Piccolo Levriero Italiano normalmente è un cane molto docile. Il suo temperamento tende ad essere riservato, ma ancora molto affettuoso e amorevole. Un cane con grazia ed eleganza, il Piccolo Levriero Italiano è uno spettacolo da vedere. Conosciuto per essere un grande compagno, questa razza gode ad essere circondata dalle persone anche se spesso è timido e si spaventa facilmente. Non si spaventa mai quando deve cacciare.

Problemi di Salute
Questa razza ha tanti problemi di salute. I problemi minori sono le gambe rotte, diluizioni del colori, perdita dei peli, la malattia parodontale, cataratta e atrofia progressiva della retina. Problemi di salute più gravi includono epilessia, degenerazione dell’anca, disturbo della coagulazione, problemi con il fegato o le malattie autoimmune.